Halley Veneto Srl

FAQ creazione file XML con automatismo legge 190/2012

Pubblicata il 15/01/2016

Come deve essere gestita la sezione Portale eGov all'interno delle Determine.

Per pemettere l'importazione del CIG in automatico nel portale eGov istituzionale è necessario innanzitutto che la detemina sia pubblicata, inoltre è fondamentale che sia specificato il CIG dell'affidamento/bando nella schermata principale della determina.
Una volta inserito il CIG è necessario compilare correttamente la sezione portale egov come segue:
  • Nel caso di affidamento diretto il flag deve essere impostato su Affidamento, le date di pubblicazione non sono obbligatorie in quanto servono solo in caso di bandi di gara. L'importo deve essere sempre specificato al netto dell'IVA.
  • Nel caso di bando di gara, il flag andarà messo su Bando in relazione alla determina a contrarre, le date di pubblicazione sarannno le date effettive di pubblicazione del bando nella sezione Amministrazione trasparente -> bandi di gara e contratti -> bandi di gara attivi e l'importo sarà l'importo a base d'asta sempre al netto dell'IVA; nella determina di aggiudicazione finale invece il flag dovrà essere impostato su Esito, le date di pubblicazione saranno relative alla pubblicazione dell'esito di gara e l'importo dovrà essere smpre specificato al neto dell'IVA e sarà l'iporto di aggiudigazione finale per quel CIG. Tutte le altre determine relative a quel bando possono avere anche il CIG specificato nella prima schermata e possono anche essere pubblicate, l'importante è che non venga compilatop nulla nella sezione Portale Egov della determina stessa.

Come attivo un CIG imporato dalle procedure Halley?

Per attivare i contenuti importati tramite automatismo si deve accedere in modifica alla sezione Intranet -> gestione ambiente e-Gov -> il comune informa -> bandi di gara e contratti -> bandi di gara e contratti.
Con la matita blu si accede in modifica ad ogni CIG come fatto per gli anni scorsi e sarà necessario impostare sul campo Visibile "SI" e sul campo tipo "Affidamento o Bando". La scelta dipenda dal fatto che detto CIG sia effettivamente un affidamento diretto o meno. 
Successivamente sul campo "Anno di competenza" bisognerà specificare in che XML vorrò far comparire quel CIG. Se il pagamento viene fatto in un solo anno allora il campo "dal" e "al" saranno valorizzati con lo stesso anno viceversa se il pagamento sarà pluriennale allora si andranno a specificare i vari anni in cui verrà eseguito un pagamento. Tale modifica comporterà la generazione nella scheda esito di tanti campi di importi somme liquidate quanti sono gli anni spiecificati negli anni di competenza. Infine dovrete selezionare la scelta del contraente.
Fatto questo salvate le modifiche e nella scheda esito andrete ad inserire i dati in verde mancanti obbligatori ai fini dell'adempimento ANAC. Una volta salvato anche l'esito con tutti i dati obbligatori, accedendo alla sezione "aggiudicatario" verrà collegato automaticamente il beneficiario relativo a quel CIG. Se non compare nessun aggiudicatario, solitamente dipende dal fatto che nell'impegno di spesa in relazione a quel CIG non è stato indicato il beneficiario.

Come genero il file XML una volta attivati i contenuti?

Per generare il file XML accedere alla sezione Intranet -> gestione ambiente e-Gov -> il comune informa -> bandi di gara e contratti ->  Dichiarazione adempimento legge 190/2012. Una volta fatto accesso alla sezione è necessario cliccare sulla funzione "Genera dataset 2015" il sistema riporterà il numero totale dei CIG che sono stati attivati come indicato nella FAQ precedente, sarà quindi sufficiente cliccare sul bottone apposito per generare il file. Una volta conclusa la generazione verranno riportati gli eventuali errori commessi in fase di inserimento dati. Per correggere tali dati consigliamo di scaricare l'editor di testo gratutio "Notepad++" scaricabile al seguente indirizzo https://notepad-plus-plus.org/repository/6.x/6.8.8/npp.6.8.8.Installer.exe. Cliccando su visualizza Dataset potete aprire il file prodotto dall'automatismo e salvarlo sul desktop. Una volta installato l'editor Notepad++ sarà sufficiente cliccare con il tasto destro del mouse sul file precedentemente salvato e cliccare su Edit with notepad++. In questo modo potrete risalire alla riga esatta dell'errore indicato nel visaulizzatore degli errori citato in precedenza. Per risalire al CIG da sistemare sarà sufficiente identificare la riga che presenta l'errore e risalire le righe del file fino a trovare il campo  dove sarà indicato il CIG che presenta l'anomalia. Nel caso in cui siano anomalie sui dati inseriti manualmente sarà sufficiente accedere alla funzione Intranet -> gestione ambiente e-Gov -> il comune informa -> bandi di gara e contratti -> bandi di gara e contratti ricercare il CIG identificato e correggere l'errore, se invece l'errore è relativo ad uno dei dati importati da Halley sarà necessario accedere alla determina o all'impegno di spesa relativo a quel CIG e sistemare l'errore. Solitamente gli erorri più comuni sono relativi a partite IVA inferiori o superiori agli 11 caratteri oppure dimenticanze nel selezionare la scelta del contraente.
Sarà necessario poi eseguire nuovamente la generazione del file per verificare la correzione degli errori.

L’importo che viene importato in automatico dalla procedura Atti Amministrativi è comprensivo di iva mentre la normativa lo prevede al netto, il dato però essendo importato dalla procedura non è modificabile: cosa fare?

Dalla versione AT040600 è possibile per modificare quel dato accedendo alla determina dalla quale viene letto l’importo e modificando l'importo dalla sezione Portale e-gov

Come viene letto il campo "Importo somme liquidate"

Nel caso in cui si abbia la procedura Atti Halley, l'unico importo prelevato dalla procedura Finanziaria per la compilazione delle tabelle relative ai Bandi di gara e contratti, è l'IMPORTO SOMME LIQUIDATE che, si ricorda, la normativa richiede sia al netto dell'IVA.

Il liquidato viene estratto dalle liquidazioni o, qualora le liquidazioni non siano gestite, dai mandati a spesa fissa che hanno il CIG dell'Atto preso in considerazione.

Infatti, tecnicamente, il software funziona nel seguente modo: dalla procedura Atti si individuano, in base a parametrizzazioni ivi presenti, gli Atti relativi a Bandi e Gare che devono essere pubblicati. 
Si legge il CIG dall'atto e si prelevano i dati dalla determina e dalla finanziaria cercando le liquidazioni che hanno quel CIG.

Se il campo IMPORTO SOMME LIQUIDATE non risulta compilato su Egov, controllare che sia stato compilato il campo Dati Iva nella liquidazione o mandato


Cosa fare nella procedura Finanziaria per valorizzare il campo "Importo somme liquidate" nei Bandi di Gara (EGOV)

Dalla funzione Operazioni in Uscita / Liquidazioni / Liquidazioni e ricercare per CIG la/le liquidazioni interessate 

cliccare su Dati iva (a destra): se esistono fatture collegate alla liquidazione, cliccando sul tasto “Calcola Iva”, verrà riportata l’iva presente nelle righe delle fatture nei campi "Importo Iva" e "Di cui commerciale". Se non esistono fatture collegate alla liquidazione, si deve inserire l'importo dell'IVA manualmente nel campo "Importo iniziale" della colonna IVA TOTALE (il "Di cui IVA commerciale" serve solo ai fini del Rendiconto secondo il D.Lgs 118/2011).
 
L'importo che viene pubblicato viene calcolato nel seguente modo: 

Importo attuale liquidazione  - Importo attuale Iva totale

Ovviamente, se l'importo Iva totale è 0, la somma liquidata sarà uguale all'importo attuale della liquidazione.

Nel caso in cui le liquidazioni non siano state gestite, è necessario eseguire le operazioni sopra descritte nella funzione Gestione Mandati

Attendere l'elaborazione del mirror incrementale per il trasferimento dei dati e verificare che il problema non si ripresenti.         
 

Se faccio PIU’ determine con lo stesso CIG in anni diversi come si comporta l’automatismo?

Lato procedura Halley Atti Amministrativi avrete la determina a contrarre con il CIG caricato nella prima schermata della determina e nella sezione portale egov il flag impostato su Bando con le date di pubblicazione relative al bando e l'importo a base d'asta. La determina di aggiudicazione finale sempre con lo stesso CIG nella prima schermata della determina di aggiudicazione e nella sezione portale egov il flag impostato su Esito con le date di pubblicazione relative alla pubblicazione dell'esito e l'importo di aggiudicazione finale.
Una volta che il mirror renderà disponibili i dati on line, sul sito troverete il CIG pronto ad essere attivanto quindi, nella schermata bando dovrete impostare visibile a SI e tipo Bando in modo da collegare nella scheda bando la determina a contrarre e nella scheda esito la determina di aggiudicazione. Gli importi di liquidazione al netto dell'iva prima del 2016 saranno di gestione manuale quelli dal 2016 in poi letti in automatico dalla ragioneria halley dopo che in procedura PF sono state caricati, CIG, liquidazione, beneficiario e fattura.

Come deve essere gestito il campo Lotto nella scheda portale e-Gov?

Nel caso in cui si dovesse gestire una gara con presenza di uno o più lotti, la condizione fondamentale è che venga acquisito un CIG per la gara ovviamente e un CIG per ogni lotto che dev'essere gestito nel caricamento, per esempio in una gara con 5 lotti dovremmo avere 5 CIG uno per ogni lotto più il CIG della gara stessa quindi 6 in totale. Il caricamento di tali dati in Halley dev'essere gestito in questo modo:
Viene caricata la prima determina, che sarà la determina a contrarre, dove nel campo CIG della determina verrà indicato il CIG della gara, mentra all'interno della scheda portale e-Gov il campo Lotto CIG gara dovrà rimanere vuoto. Per ogni lotto invece dovrà essere caricata una nuova determina, il CIG del lotto dovrà essere caricato nel campo CIG della schermata principale della determina mentre nella scheda portale e-Gov dovrà essere inserito il CIG della gara, cioè il CIG che è stato inserito nella schermata principale della detemrina di bando in modo da collegare tutte le determine di lotto con la determina principale del bando.

Per ulteriori info accedi al sito ANAC

Facebook Google+ Twitter